È una espressione di solidarietà, un sostegno economico continuativo e finalizzato a singole persone, famiglie o istituzioni in difficoltà (scuole, orfanotrofi, ospedali, case di accoglienza,…)
È una risposta alle povertà degli esclusi, dei profughi e dei rifugiati... che nascono e si aggravano nel contesto di guerre, di occupazioni e di pulizie etniche.
È una presenza amorosa, discreta ed efficace nella vita di coloro che portano nel cuore e nel corpo i segni indelebili dell'offesa alla loro dignità.
È un gesto di Carità e di Speranza condivise che non umilia.
È un passo verso la Comunione-Comunità di popoli di ogni lingua, razza e religione per favorire il dialogo e l'attenzione all'altro in un clima di rispetto e di accettazione.

image0073

image0070

Progetti realizzabili con le adozioni a distanza

I versamenti finalizzati al progetto “Adozioni a distanza” sono un contributo per assicurare ad ogni persona in difficoltà (sana, handicappata o invalida, bambino, giovane e anziano) i mezzi necessari per:

  • Istruzione
  • Formazione professionale
  • Borsa di studio
  • Assistenza sanitaria
  • Alimentazione sufficiente e adeguata
  • Abitazione igienica e decorosa
  • Emergenze e calamità naturali


Impegno della Fondazione

image0071È in ascolto dei problemi delle persone e istituzioni in difficoltà; le accompagna a discernere gli effettivi bisogni, direttamente o tramite persone o istituzioni competenti.
Stabilisce le priorità di aiuto in base alle circostanze e alle urgenze.
Comunica al donatore il nome con l'indirizzo completo e la foto, dove è possibile, della persona aiutata.
Favorisce i contatti tra il benefattore e il beneficiato (traduzione della corrispondenza, scambio di visite, ecc.).
Informa il donatore sul modo come sono stati utilizzati i contributi ricevuti.

Il donatore

Si impegna moralmente a versare un contributo per un minimo di un anno, rinnovabile.
Collabora con la Fondazione nell'analisi dei bisogni dell'adottato ed può esprimere le proprie valutazioni di priorità.
Comunica alla Fondazione la volontà di far conoscere il suo nome all'adottato.
Avverte la Fondazione prima di interrompere la sua adesione a questa iniziativa.

Il beneficiato

Si impegna a sottoscrivere e a osservare il regolamento che gli viene consegnato al momento dell'Adozione.
Viene a conoscenza dell'adottante solo se questi lo desidera.
Invia la corrispondenza all'adottante tramite la Fondazione che si impegna a tradurla e a facilitare i rapporti.
Non può avere più donatori senza una giusta motivazione approvata dalla Fondazione.
L'adozione termina quando: l'adottato ha terminato gli studi, è in grado di cercarsi un lavoro e le condizioni sono migliorate.

Modalità di aiuto

L'impegno si concretizza con una quota annua che il donatore stabilisce in base alle proprie possibilità e al progetto che intende sostenere. La quota può essere versata in rate: mensili, trimestrali, semestrali o in un'unica soluzione, secondo le modalità preferite dal donatore. Il contributo va versato a Fondazione Rehobot (in lingua croata Zaklada Rehobot)

Coordinate bancarie in Croazia

Ordinante: Cognome, nome, indirizzo completo
Beneficiario: Fondazione Rehobot
Banca: Privredna banka Zagreb - Radnicka cesta 42,  10000 Zagreb
Coordinate bancarie: IBAN HR0723400091110184988
SWIFT: PBZGHR2X
Causale: indicare la causale - adozione, progetto, offerta libera, …

N.B.
Il donatore che vuole beneficiare delle agevolazioni fiscali previste dalla legge che regolamenta le ONLUS può fare i versamenti sulla banca italiana:
Banco Popolare Società Cooperativa - Terni
Corso Tacito 89 - 05100 Terni
Coordinate bancarie: IBAN IT50R0503414400000000000677
COD. BIC BAPPIT21R38

image0069