Carissimi Amici e Donatori italiani,

seguo con sofferenza, tramite la televisione, la catastrofe che si è abbattuta sul Centro Italia e partecipo allo stato d’animo dei superstiti.

Mi unisco a voi, da italiana, alla giornata di lutto nazionale e simbolicamente stringo la mano a tutti i volontari presenti nei luoghi terremotati per ringraziarli e congratularmi.

Le immagini che scorrono sul video mi ricordano le macerie e le vittime del conflitto bellico del 1991-95 nei Paesi della ex Jugoslavia, di cui sono stata testimone oculare.

Benchè siano passati degli anni, la Fondazione Rehobot continua ad accompagnare e a sostenere, in questi Paesi, i profughi che non hanno ancora ritrovato il loro giusto e dignitoso posto nella società.

L’Italia, dalle Caritas alle Istituzioni civili, dai privati alle associazioni, ditte, industrie, continua ad essere presente in questi luoghi. Molti italiani, civili e militari hanno dato la vita per soccorrere i profughi e per riportare l’ordine in questi Paesi.  

Oggi tutto si fa presente e per la Fondazione Rehobot e per i suoi Assistiti il 26 agosto 2016 è

remember ribbon 

Il giorno della gratitudine

Inviamo le più sentite condoglianze alle famiglie delle vittime e parteciperemo alla campagna di solidarietà con un progetto mirato.  

Antonietta Maria Petrosino
Il Presidente della Fondazione Rehobot